Orrore a Quartu, strage di gattini: “Li hanno strozzati e rinchiusi dentro una scatola”

È choccante la denuncia che arriva da Ilaria Bandini, presidentessa de “La strada verso casa” onlus: “Li avevamo salvati dopo che erano stati partoriti in un giardino abbandonato, questi sono gesti di folle crudeltà. Aiutateci e adottate almeno la mamma, abbiamo paura che vogliano ucciderla”. CONDIVIDIAMO TUTTI questo appello!!

Due gattini sicuramente morti, altri tre “dispersi” chissà dove. Succede a Flumini di Quartu, e la denuncia arriva, in esclusiva a Cagliari Online, da Ilaria Bandini, 20 anni, animalista e presidentessa della onlus “La strada verso casa”. È più che un racconto dell’orrore, e ancora una volta sono gli animali le vittime della cattiveria e della malvagità dell’uomo. “Qualche settimana fa abbiamo trovato una giovanissima mamma gatta, Zoe, con i suoi cinque cuccioli, partoriti in un giardino disabitato a Sant’Andrea, Flumini di Quartu. Con il permesso dei proprietari, lo abbiamo messo in sicurezza e ci siamo occupate di loro, curandoli, sterilizzando la mamma e cercando adozione. Una settimana fa”, racconta la Bandini, “uno dei cinque cuccioli è stato portato via (i cuccioli non potevano uscire da lì autonomamente) e ritrovato morto qualche giorno dopo sul ciglio della strada, allora abbiamo cercato loro un altro stallo, impaurite, e ieri mattina siamo andate per prenderli e portarli via da lì, ma abbiamo trovato solo la mamma Zoe”.

E gli altri mici? “Spariti, portati via tutti.. Zoe ha pianto ininterrottamente cercandoli. Li abbiamo disperatamente cercati, giorno e notte. Stamattina, però, ci è stata fatta trovare, poco più avanti del giardino dello stallo una scatola, con dentro un altro dei cuccioli mortocon delle ferite sul collo (secondo il veterinario, è stato strozzato o schiacciato volutamente) con tanto di calendari con i gattini dentro la scatola come presa in giro. Abbiamo fatto denuncia alla polizia e alle guardie zoofile e cercheremo di rintracciare i filmati più vicini delle telecamere”, prosegue la 20enne. Che lancia due appelli: “Zoe ha bisogno di essere portata via da lì, continua a piangere e a fidarsi di tutti, noi non abbiamo più spazio per tenerla altrove e serve un’adozione per lei perché la sua dolcezza disarmante la porterà a fare la stessa fine dei suoi figli. Come volontaria, prego chi ha fatto questo e sta tenendo anche gli altri tre cuccioli rimasti, di non far loro del male se sono ancora vivi e di riportarli nel giardino dove li ha presi, dove non c’è alcuna telecamera quindi sarete anonimi, vi preghiamo di aprire il vostro cuore e riportarceli, hanno tutti già trovato famiglia (quella morta pure, teoricamente ..) e verranno portati via subito da la. Come persona, invece, vi auguro anche che non verrò mai, mai a sapere chi siete”. Per adottare Zoe si può contattare il seguente numero: +39.324.0769076