Oristano, incendiata l’auto di una giornalista: “Una pagina vigliacca, gesti osceni quanto inutili”

Prende posizione l’Assostampa con un comunicato nel quale afferma: “I delinquenti che nella notte hanno incendiato l’auto della giornalista Valeria Pinna hanno aggiunto una pagina vigliacca alla lunga storia di aggressioni e tentativi di intimidazione contro i giornalisti che il nostro Paese sta vivendo”

Oristano, incendiata l’auto di una giornalista: “Una pagina vigliacca, gesti osceni quanto inutili”. Ignori nella notte hanno messo fuoco all’auto della bravissima collega dell’Unione Sarda Valeria Pinna. Prende posizione l’Assostampa con un comunicato nel quale afferma: “I delinquenti che nella notte hanno incendiato l’auto della giornalista Valeria Pinna hanno aggiunto una pagina vigliacca alla lunga storia di aggressioni e tentativi di intimidazione contro i giornalisti che il nostro Paese sta vivendo.
Sono gesti osceni quanto inutili: gli attentatori non si illudano di cancellare con qualche euro di benzina la libertà di informazione.
L’Ordine nazionale dei giornalisti, la Federazione nazionale della Stampa italiana, l’Ordine dei giornalisti della Sardegna e l’Assostampa sarda chiedono agli inquirenti di fare tutto il possibile per inchiodare rapidamente alle loro responsabilità gli autori del gesto: i rappresentanti dei lavoratori dell’informazione attendono con impazienza di conoscerli in tribunale, dove intendono costituirsi parte civile.
A Valeria Pinna l’abbraccio affettuoso e solidale di tutti i giornalisti. Il suo lavoro quotidiano è il lavoro di tutti noi.


In questo articolo: