Opere di Raffaello e Van Gogh a Cagliari: c’è il ministro Franceschini

Oggi il taglio del nastro della mostra “La memoria ritrovata”

Il ministro dei Beni e delle attività culturali Dario Franceschini ha inaugurato questa mattina a Cagliari con il presidente della regione sarda Francesco Pigliaru, la mostra “La memoria ritrovata” con capolavori di Raffaello, Gauguin e Van Gogh. 
Un evento di grande spessore culturale per il capoluogo della Sardegna, fortemente voluto dalle soprintendenze ai beni storico archeologici e storico artistici. 
Non solo: da questa mattina sono state esposte nel vecchio arsenale dell’omonima piazza, nella parte più elevata del quartiere Castello, diverse decine di opere trafugate dai predatori dell’arte perduta e  adesso ritrovata, in quanto recuperata dai carabinieri del Corpo tutela del patrimonio culturale. La mostra rimarrà aperta a lungo al pubblico e sarà un valore aggiunto per l’offerta turistica della nostra amata cittàÈ stata anche l’occasione per Franceschini di partecipare, sempre stamani, ma nel lato opposto della città, all’inaugurazione della nuova sede del Nucleo tutela patrimonio dei Carabinieri che, da Sassari, è stata trasferita a Cagliari, in via dei Salinieri, dunque accanto al parco di Molentargius. 
A tagliare il nastro sono stati – con evidente commozione – la moglie e il figlio del militare Francesco Deias alla quale la nuova stazione dei Carabinieri è stata intitolata. Deias morì infatti in un incidente stradale mentre era in servizio e soccorreva, sulla statale 131, due automobilisti in difficoltà. Nutrita la partecipazione del pubblico ad entrambe gli eventi. Una duplice bella notizia per Cagliari per la quale sono state espresse da tutti i partecipanti e dalle istituzioni coinvolge parole di elogio e vivo apprezzamento. 
 
Marcello Polastri 
 
 
Foto di Roberto Serra.


In questo articolo: