Operaio trovato morto nel tritarifiuti a Villacidro, la tragica ipotesi: incidente sul lavoro

“Esiste la possibilità che a Villacidro si sia trattato di incidente sul lavoro”. Così i carabinieri che indagano sulla morte di Ignazio Sessini, classe 1965, trovato morto oggi presso gli impianti della Villaservice all’interno della macchina impiegata per la triturazione dell’umido. Protesta il gruppo “Assemblea permanente”

“Esiste la possibilità che a Villacidro si sia trattato di incidente sul lavoro”. Così  i carabinieri che indagano sulla morte di Ignazio Sessini, classe 1965, trovato morto oggi presso gli impianti della Villaservice, che si occupa del trattamento dei rifiuti per il Comune di Villacidro e quelli del circondario. L’uomo è stato trovato morto all’interno della macchina impiegata per la triturazione dell’umido. Sono in corso accertamenti per chiarire la dinamica dell’evento. All’inizio l’ipotesi era quella del suicidio, col passare delle ore ha preso corpo l’ipotesi della morte bianca. Il gruppo consiliare di Villacidro “Assemblea Permanente” si stringe alla famiglia, agli amici, ai colleghi e alle colleghe di Ignazio Sessini “che ci ha dolorosamente e tragicamente  lasciati. Una nuova morte sul lavoro, una morte bianca che va drammaticamente ad aumentare il numero dei tanti uomini e delle tante donne non tutelati nei posti di lavoro. Le indagini sono in corso e si attendono gli esiti.

Ma non possiamo, in coerenza con quanto richiesto in Consiglio Comunale, come gruppo politico, e con quanto denunciato dai sindacati in queste ore, non rivendicare la verità e non chiedere maggiore tutela e sicurezza per i lavoratori e le lavoratrici di Villaservice, che, come emerge dalle prime dichiarazioni a mezzo stampa, si trovano a lavorare e vivere in un clima che nulla ha a che fare con il benessere del posto di lavoro. Un pensiero ad Ignazio, gran lavoratore, ottimo padre, eccellente persona, buono e sorridente e alla famiglia trafitta e distrutta dal dolore”.

 


In questo articolo: