Operaio travolto e ucciso da un treno mentre lavorava in un cantiere

L’ennesima inaccettabile tragedia sul lavoro, questa volta nel Bresciano.

L’ennesima inaccettabile tragedia sul lavoro, questa volta nel Bresciano. Un operaio portoghese di 51 anni, Rolando Joao Lima Martins, è stato travolto e ucciso da un treno sui binari di un cantiere di Chiari, in provincia di Brescia. Martins stava lavorando alla manutenzione sulla linea Milano-Brescia per la società Rebaioli, ditta per la Rete Ferroviaria Italiana. 

Il terribile impatto è avvenuto questa notte, attorno a mezzanotte. Ad investire l’operaio, un treno di Italo che andava in direzione Bergamo. A quanto si apprende, il 51enne si stava occupando di traliccio dell’alta tensione. Complice la nebbia fitta, non avrebbe visto per tempo il treno, attraversando i binari. Istanti fatali per l’operaio, per il quale a nulla sono serviti i tempestivi soccorsi. Intanto, la procura di Brescia ha aperto un’inchiesta sulla vicenda per chiarire eventuali responsabilità e la dinamica dei fatti. 


In questo articolo: