Omicidio-suicidio in famiglia, 32enne uccide la madre e ferisce il padre, poi si suicida

Il giovane avrebbe prima infierito sulla madre poi il padre, cercando di difenderla, è stato ferito a sua volta ed è scappato in strada a chiedere aiuto, richiamando tutti i vicini che sono subito accorsi a vedere cosa stesse accadendo

Dramma familiare a Latiano, vicino Brindisi. Un operaio di 32 anni,  Mirco De Milito, ha ucciso la madre 65enne Giuseppina Lamarrina con un’accetta e ferito il padre, poi si è suicidato. La tragedia è accaduta ieri pomeriggio e al momento non ci sono spiegazioni chiare e plausibili che possano spiegare un gesto così tremendo. I carabinieri stanno lavorando da ore per ricostruire il quadro della vicenda, e forse potrà essere il padre – ricoverato all’Ospedale Perrino di Brindisi con un lieve trauma cranico e ferite poco gravi – a fornire la chiave giusta per arrivare alla verità. 

Il giovane avrebbe prima infierito sulla madre poi il padre, cercando di difenderla, è stato ferito a sua volta ed è scappato in strada a chiedere aiuto, richiamando tutti i vicini che sono subito accorsi a vedere cosa stesse accadendo. Da quanto trapela, sembra che la madre fosse da poco ritornata a casa dopo un lungo ricovero per una malattia considerata allo stadio terminale, ma tutto ancora ed è da accertare.