Nuovo scandalo, carne equina anche nei ragù STAR

Lo ha comunicato il Ministero della Salute

Nuovo scandalo sulla carne equina. Lo scandalo dei prodotti alla carne equina ha da oggi una nuova “vittima”: in Italia sono state trovate tracce anche in alcuni ragù della ditta Star. Lo ha comunicato il Ministero della salute. Dopo aver effettuato controlli, gli istituti competenti, hanno infatti  riscontrato della positività per macinato di cavallo in quattro campioni prelevati dai carabinieri del NAS di Milano. Nelle confezioni, ora ritirate dal commercio, erano state usate partite di carne congelata proveniente dal fornitore Gel Alpes, già posto sotto osservazione dalle autorità transalpine. Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ricorda come negli ultimi anni, broker e imprenditori senza scrupoli avevano venduto la meno costosa carne di cavallo come manzo. Questa carne era stata immessa nel mercato attraverso piatti preparati, tra cui lasagne, che si supponeva contenessero solo carne di manzo. Per tale precedente, rileva Giovanni D’Agata, dello “Sportello dei Diritti”, è opportuno dare immediata attuazione al sistema d’identificazione e tracciabilità europeo di tutti gli animali da macello al fine di consentire una maggiore tutela per i consumatori, per evitare che equini o carne equina non destinati al consumo umano vengano importati nel  Nostro Paese.


In questo articolo: