Nuovo Sant’Elia, una galleria di negozi e un ristorante panoramico

Tutti i  numeri del nuovo stadio Sant’Elia in discussione in consiglio comunale: spunta un centro commerciale a tinte rossoblù

Una galleria commerciale dentro il nuovo stadio Sant’Elia: 13372 metri quadri dedicati interamente allo shopping. Parlano chiaro i numeri diffusi dal consigliere comunale di maggioranza Giovanni Dore, che parla di “buusiness privato con pochi ricavi per il Comune”. Ma è sui negozi che si accenderà la miccia questa sera in consiglio comunale: ci saranno anche bar, ristoranti e servizi. Sarà necessaria una variante al piano urbanistico e probabilmente dovrà pronunciarsi anche la giunta Pigliaru su quella che Dore definisce senza mezzi termini “grande distribuzione”. Insomma un nuovo centro commerciale dentro lo stadio, senza troppi giri di parole, a tinte rossoblù. Nel progetto spunta anche un ristorante panoramico, con vista sul quartiere Sant’Elia che non ha mai avuto in realtà un ristorante vero e proprio. Ma è chiaro che oggi il consiglio comunale potrà dare solo un via libera di massima, perchè poi bisognerà modificare il Puc.

Dunque oltre 13mila metri quadri di negozi, gli stessi negozi che per tanti anni erano stati negati a Massimo Cellino e che ora invece Massimo Zedda si appresta gentilmente a concedere a Giulini. La demolizione dello stadio sarà interamente a carico del Comune e costerà dieci milioni di euro. Dore protesta perchè “non ci sarà alcun costo del diritto di superficie, mentre a Udine e Torino le società calcistiche hanno versato rispettivamente 25 e 21 milioni di euro”. Insomma il Comune non avrà un ritorno economico. Il diritto di superficie iniziale per il Cagliari sarà di 50 anni. E il dibattito si annuncia incandescente, perchè anche il consigliere di centrodestra Pierluigi Mannino ha anticipato di condividere il pensiero di Dore. 


In questo articolo: