Nuovi parcheggi in centro:il Comune dà l’ok per la gestione ai privati

Il Consiglio comunale approva anche il trasferimento del vivaio Corongiu nell’ex cava di Monte Urpinu

Aree e strutture comunali inutilizzate da adibire a parcheggi, e gestite da  privati. La proposta è contenuta in un ordine del giorno che vede come primo firmatario Guido Portoghese, del Pd e presidente della commissione Trasporti, ed è stata approvata oggi in Consiglio comunale. “Si tratta di una zona di Cagliari – ha spiegato Portoghese – dove è forte l’esigenza di spazi per la sosta delle auto, sia per i residenti che per le attività commerciali”. L’idea è quella di affidare la gestione a privati di aree e strutture, attualmente inutilizzate, a destinazione parcheggio. Si tratta di aree di ridotte dimensioni, dai 40 ai 70 parcheggi, quindi di difficile gestione diretta da parte del Comune. “Le aree di sosta – ha aggiunto Portoghese – potranno essere gestite da ditte individuali o cooperative di giovani. E sarà un modo per mettere a reddito delle strutture inutilizzate, oltre che creare delle opportunità lavorative”.

Approvati anche un ordine del giorno sul problema della riduzione dell’Irap in tutta la Sardegna, presentato dal consigliere del Pd Fabrizio Marcello, e un altro, su proposta della commissione Trasporti, sul potenziamento del trasporto pubblico locale a Cagliari e nell’area vasta. Ok del Consiglio comunale anche per  la proposta della commissione Urbanistica che prevede il trasferimento del vivaio Corongiu, tra Maracalagonis e Sinnai, all’ex cava di Monte Urpinu. “In questo modo il vivaio – ha sottolineato uno dei proponenti, Andrea Scano, Pd – sarà più funzionale e accessibile al pubblico, con notevoli risparmi per l’amministrazione”.