“Nuovi incarichi dirigenziali al Brotzu senza concertazione: dubbi sulle procedure”

“E’ con stupore che abbiamo preso atto della delibera sulla graduazione dei dirigenti adottata dall’Azienda ospedaliera Brotzu. Un provvedimento che avrebbe implicato la concertazione con le organizzazioni sindacali, in base alle norme contrattuali, mai avvenuta”. E’ la contestazione del vicepresidente della commissione sanità in Consiglio regionale Edoardo Tocco

“E’ con stupore che abbiamo preso atto della delibera sulla graduazione dei dirigenti adottata dall’Azienda ospedaliera Brotzu. Un provvedimento che avrebbe implicato la concertazione con le organizzazioni sindacali, in base alle norme contrattuali, mai avvenuta”.

E’ la contestazione del vicepresidente della commissione sanità in Consiglio regionale Edoardo Tocco (FI) sul piano per il conferimento degli incarichi dirigenziali all’interno del presidio sanitario di via Peretti: “La predisposizione del disegno pone più di un dubbio non solo sulle modalità della procedura adottata, con scelte che sembrano calate dall’alto dai vertici dell’azienda, ma anche per il provvedimento emanato da un organismo esterno con una spesa ingente da parte dell’ente”.

L’esponente degli azzurri, che porterà la questione all’interno della commissione, solleva dubbi sulla legittimità dell’atto: “Non si comprende inoltre – conclude Tocco – perché sono state disattese le precedenti disposizioni sulle graduazioni degli incarichi, peraltro approvate a costo zero, con un nuovo percorso intrapreso senza il necessario confronto con le organizzazioni sindacali”.


In questo articolo: