Nuove emozioni da su Angiu a Mandas, il nuraghe fu usato dai romani come abitazione

Il sindaco Umberto Oppus: “Come avevo previsto ogni giorno di più questo sito ci regala emozioni e nuove pagine di storia da scrivere”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Quelle torri in pietra, giunte sino a noi, il cui utilizzo da parte degli antichi non è ancora ben chiaro, rivelano che, in età romana, furono riadattate ad abitazione. La scoperta è recente, “mentre proseguono i lavori di manutenzione e di scavo del sito è emerso un pavimento, del periodo romano, dove una delle torri del complesso nuragico fu riadattata ad abitazione” ha spiegato il primo cittadino. Infinite sorprese, dunque, che emergono, passo dopo passo, grazie al costante lavoro degli addetti a rispolverare le costruzioni del passato che, pian piano, stanno ricomponendo spazi e storia di uno dei siti archeologici più preziosi di tutto il territorio. Sono 3 gli ettari sui quali si concentrano gli scavi, oltre le torri, i vicini villaggi d’epoca punica e romana, di cui sono visibili ancora oggi i resti, costituiscono il richiamo maggiore per tutti gli appassionati del passato, che mai smette di sorprendere.


In questo articolo: