Nuova ondata di pazienti Covid a Cagliari, Ss. Trinità sotto assedio: pronto soccorso a rischio chiusura

Altri 15 pazienti Covid a Is Mirrionis, l’ospedale è sotto stress. Rianimazione al completo, già pronto il secondo reparto per le terapie intensive. Marracini: “Siamo nella fase più critica, cerchiamo di ridurre gli accessi. Samo tornati alla situazione di qualche mese fa ”

“Stiamo valutando tutte le ipotesi qualora l’onda continui a crescere, stanotte abbiamo avuto 15 pazienti Covid al Santissima Trinità, quindi ovviamente abbiamo cercato di ridurre gli altri accessi”. Così Sergio Marracini, direttore del Covid hospital cagliaritano. In via Is Mirrionis si riaffaccia lo spettro dei tempi bui. l’ospedale è sotto stress e il personale è preoccupato. “Gli altri ospedali ci chiedono di non chiudere,  noi non chiudiamo però stiamo cercando di velocizzare al massimo le procedure”, aggiunge Marracini, “la Rianimazione è al completo, ne stiamo allestendo una seconda qualora dovesse servire. Siamo nella fase più critica, l’avevamo prevista per la fine di luglio e ci stiamo arrivando”. Numeri preoccupanti, proprio in piena estate.
“Siamo tornati a qualche mese fa, quando  accoglievamo solo Covid qui al Santissima Trinità e le altre patologie finivano negli altri ospedali, dove ora però c’è qualche resistenza. Adesso siamo aperti, ma con la preghiera di non mandarcene altri”.