Nuova metropolitana dentro il porto di Cagliari: è svolta trasporti

Il progetto del Comune: fare passare la nuova metropolitana leggera anche dentro il porto. Intanto via all’appalto del primo tratto, da piazza Repubblica sino al Cis


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La metropolitana leggera potrebbe passare dentro il porto di Cagliari, seguendo il vecchio tracciato dei vagoni che portavano e scaricavano le merci nei traghetti. Per ora si tratta solo di un’ipotesi annunciata dall’assessore ai Trasporti Mauro Coni, tra l’altro quella preferita dal Comune perché non interferir ebbe con la viabilità dei veicoli. Che però si scontra con la situazione di stallo dell’Autorità portuale, che dopo la revoca di Massidda si trova senza presidente. Ma ci sono anche altre due alternative: la prima nelle corsie preferenziali di via Roma lato porto, e l’altra nello spazio centrale parcheggi adibito per i residenti della Marina.

Nei prossimi giorni  verrà firmato l’accordo tra Comune e Arst per la realizzazione del primo tratto, da piazza Repubblica alla Banca Cis. Sei milioni di euro in tutto le risorse finanziate dalla Regione, per un progetto che deve essere messo in pratica entro la fine del 2015. L’altro tratto, dal Cis a piazza Matteotti, finanziato con i restanti 14 milioni di euro, dovrebbe essere pronto entro il 2017. “Serve la firma dell’accordo con l’Arst – precisa il dirigente Daniele Olla – e far partire il dpp, documento preliminare di progettazione. Poi dopo trenta giorni si potrà partire con il progetto preliminare, che dovrà approdare in Giunta, dopo l’esame in commissione Trasporti”.

“Ci attiveremo – spiega l’assessore Mauro Coni – per non creare problemi ai residenti durante i lavori del cantiere, e chiediamo la massima collaborazione”.
“Si tratta – dice il presidente della commissione Trasporti, Guido Portoghese – di un intervento che avrà ripercussioni sull’intera area vasta, con una diminuzione del traffico in entrata a Cagliari, e un miglioramento della vita in città. E una ricaduta anche su tutta l’isola, perché collegherà piazza Matteotti dove ogni giorno arrivano molte persone in pulman e in treno”


In questo articolo: