Nuoro, fuori pericolo il 30enne accoltellato a Bitti: caccia all’aggressore

Il giovane è stato ferito ad un fianco all’esterno di un locale sulla Ss 389 ma, fortunatamente, se la caverà con qualche giorno di cure. L’aggressore potrebbe avere le ore contate

Se la caverà con dieci giorni di cure il trentenne accoltellato, ieri notte, a Bitti. I medici dell’ospedale San Francesco di Nuoro hanno riscontrato, sul suo corpo, due ferite: una al torace e l’altra al fianco destro, entrambe fatte con un oggetto tagliente. Intanto, i carabinieri di Bitti vanno avanti con le indagini per risalire all’autore dell’aggressione: la vittima, infatti, stava partecipando ad una festa privata in un locale nella zona della Ss 389 quando, all’improvviso, è stato colpito con un coltello. I militari si sono attivati sin da subito per cercare di dare un volto e un nome a chi ha ferito il giovane.

 

 

È fuori pericolo l’uomo di 30 anni che è stato accoltellato all’alba di stamani dopo un diverbio alla periferia di Bitti, nel paese che si vestiva a festa per le Cortes de Natale.

Soccorso da un’équipe del 118, è stato accompagnato all’ospedale San Francesco di Nuoro. Le sue condizioni, apparse gravi in un primo momento, ora vengono ritenute rassicuranti. Ha riportato una ferita non profonda e un taglio, anche questo non profondo, al torace e fianco destro. Gli sono stati assegnati dieci giorni di cure.

Sull’episodio indagano i carabinieri della stazione e della compagnia di Bitti.

Secondo una prima ricostruzione il 30enne sarebbe intervenuto per sedare una lite tra alcuni compaesani e giovani di un paese davanti a un locale in cui si svolgeva una festa.

A quel punto sarebbe stato raggiunto all’addome da due fendenti che fortunatamente non hanno leso organi vitali. Le indagini avrebbero già imboccato una pista precisa e gli aggressori potrebbero presto avere un volto e un nome.


In questo articolo: