Nozze gay al Poetto per due ragazzi quartesi: Damiano e Sergio, il sì

Primo “matrimonio” gay in Sardegna celebrato nella chiesa evangelica battista e davanti a pochi intimi.

Si sono riuniti, insieme a familiari e pochi intimi nella chiesta evangelica battista del Poetto, per pronunciare il fatidico sì. C’è stato il corso prematrimoniale, lo scambio delle promesse, delle fedi e le bomboniere in ricordo per gli ospiti.  

Nulla di strano (in questo paese) se non fosse che a unirsi in matrimonio sono stati una coppia dello stesso sesso. I quartesi Damiano Meloni e Sergio Puddu sono la prima coppia omosessuale in Sardegna a convolare a nozze.  

Anche se in realtà come spiega il neo sposo Damiano “la nostra unione è valida solo a fini ecclesiastici e non civili, e si chiama “benedizione di coppia”.  Io e Sergio siamo fidanzati da sei anni, è da tanto tempo che volevamo fare questo passo, qualcosa che ci unisse definitivamente, anche se la legge italiana non ce lo permette.  Nonostante ciò avevo letto su internet che la chiesa evangelica officiava questi tipo di benedizione, così ci siamo messi in contatto con la pastora Cristina Arcidiacono. Con lei abbiamo avuto un colloquio, e dopo di che la pastora ha chiesto al consiglio di chiesa se poteva officiare la nostra unione. La risposta è stata positiva, quindi abbiamo iniziato il corso e Don Tonino Cao ha benedetto la nostra unione. Siamo felici di avere fatto almeno questo primo passo, anche se, purtroppo, non è valido civilmente”.

In Italia, infatti, a differenza di molti paesi europei ed extraeuropei, le persone omosessuali non possono sposarsi e non esiste nemmeno una forma di riconoscimento delle unioni civili.


In questo articolo: