Nora, rischia di morire a causa della plastica: nuova vita per la tartaruga Antioco

Nuova vita grazie al team di soccorsi che si è attivato per lui: “Il giovane esemplare di Caretta caretta ha riabbracciato il suo mare, a largo del Golfo di Cagliari”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Ha rischiato di morire a causa della plastica, per Antioco, ora, una nuova vita grazie al team di soccorsi che si è attivato per lui: “Il giovane esemplare di Caretta caretta ha riabbracciato il suo mare, a largo del Golfo di Cagliari, con la collaborazione della Guardia Costiera di Cagliari e la Stazione BLON del CFVA di Cagliari, coordinamento della Rete Regionale per la Conservazione della Fauna Marina e l’Assessore all’Ambiente Stefano Deidda” ha spiegato il Comune.

Era stato trovato in galleggiamento a largo di Turri a Sant’Antioco da un diportista e, successivamente, trasferito e curato con amore presso il CRTM di Nora.

Come tante altre tartarughe, anche Antioco ha rischiato di morire a causa della plastica. Un pericolo che, purtroppo, è in forte aumento.

In questo caso, per fortuna, si tratta di una di storia a lieto fine: anche per Antioco è arrivato il momento di nuotare finalmente libero. “Antioco, è stato debilitato dall’ingestione di numerosi frammenti di plastica ma oggi, dopo le cure presso il CRTM di Nora, forte e deciso ha guadagnato subito il largo e il profondo blu. Buon mare” ha spiegato” Laguna di Nora.


In questo articolo: