Nigeriana picchiata a Sassari: “Niente razzismo, solo una rissa. E, forse, ha cominciato lei”

Questura di Sassari: “Stando alle prime indagini l’episodio parrebbe non avere non avere un connotato razziale, forse un diverbio per questione legata alla fila e probabilmente è stata lei la prima ad aggredire dopodiché è esplosa la rissa”

Niente razzismo, soltanto una rissa al bancomat. E probabilmente è stata la donna africana ad aggredire il ragazzo di Sassari che l’ha poi malmenata. È quanto comunica la Questura sassarese circa l’episodio accaduto due giorni fa all’ufficio postale di via Bogino. Una donna africana pestata al bancomat, un’aggressione condita da insulti razzisti. La notizia ha scavalcato il Tirreno, ma oggi dagli uffici della questura sassarese, dopo i primi accertamenti e dopo l’esame delle registrazioni delle telecamere esterne dell’ufficio postale, ridimensionano l’accaduto. “L’aggressore è stato individuato”, spiegano, “e convive con una donna colombiana di colore. Stando alle prime impressioni l’episodio parrebbe non avere non avere un connotato razziale, forse si tratta solo di un diverbio per questione legata alla fila al bancomat e probabilmente è stata lei la prima ad aggredire dopodiché è esplosa la rissa”. Nello scontro la donna africana ha avuto la peggio: per lei 5 giorni di cure. Le indagini vanno avanti


In questo articolo: