Niente taxi al Poetto, la ricerca disperata di un gruppo di turisti

La disavventura di un gruppo di turisti raccontata dal titolare di un chiosco del Poetto. Come è possibile che nella Cagliari città turistica i taxi viaggino a singhiozzo proprio al mare?

Nessun taxi per un gruppo di turisti dopo una serata passata al Poetto. Il disagio viene raccontato dal titolare di un chiosco del lungomare cagliaritano. “Poetto. Turisti che si godono una serata con un leggero maestrale al Poetto, cenano, bevono. Poi mi chiedono di chiamare un taxi. La mia espressione deve aver tradito un piccolo imbarazzo preventivo, una esitazione. Chiamo il primo numero…attesa… la risposta è ‘Nessun taxi’. Chiamo, con visibile innervosimento il secondo…attesa…risposta..NON CI SONO TAXI DISPONIBILI. Ormai senza speranza chiamo il terzo giusto per, indovinate la risposta. Indovinate l’espressione dei turisti al mio ‘SORRY NO TAXI’. Di nuovo mi chiedo se non sia il caso di rivedere l’organizzazione e la coordinazione dei mezzi. Il Poetto si sta organizzando con nuovi alberghieri, bed and breakfast e i turisti aumentano. Possibile non si possa avere anche qui un servizio decente e degno di una città in aumento di presenze?”


In questo articolo: