Nasconde tutti i guadagni di un anno, consulente del lavoro “furbetto” stanato a Cagliari

Ha evaso al Fisco ben 72mila euro tra ricavi “nascosti” ottenuti nel 2015 e spese non giustificate. Il “buco” fatto dal professionista è stato scoperto dalla Guardia di Finanza, tutti i dettagli

È riuscito ad evadere, cinque anni fa, settantaduemila euro al Fisco.Come? Non dichiarando i suoi ricavi, circa 47mila euro. Nel mirino dei finanzieri del comando provinciale di Cagliari anche la base imponibile ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive per circa 25mila euro, scaturenti dall’indebita deduzione di spese non adeguatamente giustificate. Il “furbetto” smascherato è un consulente del lavoro, scoperto dal nucleo di polizia economico-finanziaria di Cagliari. Il libero professionista, nel 2015, ha quindi creato un “buco” totale nella dichiarazione dei redditi.

 

Inoltre, si è reso responsabile dell’irregolare tenuta dei registri contabili obbligatori, nonché della tardiva presentazione della dichiarazione annuale dei redditi, omettendo, anche, la presentazione della prescritta dichiarazione quale sostituto d’imposta. L’operazione si inserisce in un più ampio quadro di intensificazione delle attività di polizia economico-finanziaria disposte dal Comando Provinciale di Cagliari a tutela degli interessi della collettività – condizione indispensabile per il raggiungimento dell’equità sociale – e conferma l’impegno quotidiano delle Fiamme Gialle nel territorio a tutela della legalità sotto ogni veste.