Musica: ZiroBop in concerto al Jazzino

Giovedì 12 novembre

La cifra eclettica di ZiroBop per un appuntamento in Jazz – giovedì 12 novembre alle 22 al Jazzino di via Carloforte 74/76 a Cagliari – nell’ambito del Circuito Multidisciplinare della Sardegna del CeDAC – sezione Musica.
Sbarca nell’Isola Enzo Zirilli, uno tra i più versatili e creativi batteristi italiani, alla testa del suo quartetto che comprende, accanto ai chitarristi Alessandro Chiappetta e Rob Luft, il talentuoso contrabbassista, compositore e arrangiatore Misha Mullova Abbado, doppiamente figlio d’arte (il padre era il grande direttore d’orchestra Claudio Abbado e la madre è la violinista Viktoria Mullova).
Un ensemble affiatato per un progetto musicale che spazia nei territori della black music, dalla malinconia e la rabbia del blues all’energia del rock tra echi della bossa nova e citazioni da cantautori come Pino Daniele: ZiroBop rispecchia appieno le molte passioni del batterista/percussionista torinese, che ha al suo attivo un’intensa carriera al di qua e al di là della Manica e importanti collaborazioni con i grandi nomi del jazz, come del pop e della world music.
«Tra i miei nicknames, Ziro è quello al quale sono più affezionato, coniato dal mio “fratello umano e d’arte” Dado Moroni» racconta Enzo Zirilli: «Mi piace l’idea del gioco tra le prime tre lettere del mio cognome e lo Zero e riflette bene il mio animo artistico, sempre a cavallo tra “Blues & Roots” (di Mingusiana memoria) e ricerca, non convenzione, rigore, rischio e provocazione, essendomi io formato ascoltando (grazie a mio fratello) contemporaneamente John Coltrane e i Beatles, Miles, Mingus e i Genesis, Pink Floyd e gli Yes, Jimi Hendrix, Crosby Stills Nash & Young e Art Blakey o Simon & Garfunkel e João Gilberto, Jobim, Frank Zappa o James Taylor, senza chiedermi minimamente che musica suonassero, ma semplicemente godendone..».
Una visione della musica fuori dagli schemi e oltre i tradizionali confini tra i generi, come pura libertà d’espressione e un incontro fortunato sono all’origine di ZiroBop: «Ecco che, appena sentito suonare questi ragazzi straordinari (Rob, Misha ed Alessandro), ho capito che avremmo potuto suonare insieme una musica che fosse davvero quella che voglio fare: spirituale, ma anche groovy, che affonda nel Blues e swinghi al massimo possibile ma al tempo stesso sia completamente aperta a qualsiasi cosa possa succedere in un certo “momento”».
Una musica, quindi, «che sia romantica, ma anche “sovversiva”, “straight” ma “broken”…senza che ciò causi problemi di crisi d’identità ai musicisti, troppo spesso preoccupati più dalle etichette che dalla sincerità ed intensità con la quale si offrono al pubblico…. ZiroBop è tutto questo» conclude Zirilli «e spero che anche per voi sia un bel viaggio al centro della Musica, come lo è sempre per noi!».

Un imperdibile appuntamento per gli amanti del jazz e delle contaminazioni e trasgressioni sonore: Enzo Zirilli e Misha Mullova Abbado con Alessandro Chiappetta e Rob Luft proporranno a Cagliari le loro intriganti alchimie fatte di note, dove pezzi originali creati dagli stessi interpreti si alternano e intrecciano a variazioni sui più famosi standards jazzistici, in una singolare convergenza tra l’anima nera dell’America e le derive del folk, il progressive rock e la canzone d’autore.
Dopo i successi e le tournées in Gran Bretagna, quasi una seconda patria per Enzo Zirilli e terra d’elezione per il londinese Misha Mullova Abbado, l’ensemble ZiroBop porterà anche in Sardegna lo spirito innovativo, la curiosità e la voglia di sperimentare di una jazz band senza troppe etichette, specchio di un riuscito melting pot culturale.

La Musica del Circuito Multidisciplinare della Sardegna del CeDAC continua con i Roundella, la formazione della cantante e flautista Francesca Corrias e Matt Cooper, tastierista degli Incognito mercoledì 18 novembre alle 22 al Jazzino di Cagliari e poi in tournée nell’Isola (il 19 all’Eliseo di Nuoro e il 20 al Poco Loco di Alghero) di nuovo insieme sul palco dopo il “colpo di fulmine” all’European Jazz Expo 2015 di Riola Sardo.
Infine a dicembre riflettori puntati sul sassofonista Max Ionata con il suo Hammond Trio, per un trittico sonoro che inizia venerdì 18 al Poco Loco di Alghero per proseguire sabato 19 al Jazzino di Cagliari e infine domenica 20 all’Eliseo di Nuoro.


In questo articolo: