Muravera, turisti veneti cacciati dalla visita del menhir: “Non esistono solo le spiagge, è lecito?”

Turisti veneti di Rovigo allontanati dal menhir di Muravera: “Ci chiediamo: è prassi comune che un privato possa negare l’accesso a siti archeologici ? Ma soprattutto è lecito che una persona così poco educata possa arbitrariamente decidere di allontanare i turisti che desiderano visitare luoghi di interesse oltre le belle spiagge?”

Volevo segnalare uno spiacevole episodio avvenuto nella mattinata di oggi intorno alle ore 11 presso il sito archeologico di menhir Pranu Is Calas ( Muravera). Siamo una famiglia di tre persone di cui una bimba di 8 anni, che oltre a godere del meraviglioso mare e paesaggio della Sardegna , aveva il desiderio di vedere con i propri occhi reperti storici studiati quest’anno in storia .
Una volta raggiunto il sito siamo stati letteralmente “cacciati “ dal proprietario dei terreni , che è stato molto sgradevole adducendo che avremmo potuto visitare il tutto in altri orari ( non sappiamo bene quali) .
Ovvio che dopo tutto ciò non abbiamo più avuto il desiderio di ritornare per non creare ulteriori problemi … ma ci chiediamo : è prassi comune che un privato possa negare l’accesso a siti archeologici ? Ma soprattutto è lecito che una persona così poco educata possa arbitrariamente decidere di allontanare i turisti che desiderano visitare luoghi di interesse oltre le belle spiagge?
Grazie per l’attenzione
Angela Negri


In questo articolo: