Lui muore in incidente stradale, il risarcimento va alla moglie…e all’amante

Lui muore, la moglie viene risarcita. Ma anche la sua amante storica, visto che “il rapporto era ormai consolidato”. Una decisione senza precedenti

Lui muore, la moglie viene risarcita. Ma anche la sua amante storica, visto che “il rapporto era ormai consolidato”. Una decisione senza precedenti, quella del giudice del Tribunale di Vicenza che, in una causa per omicidio stradale, ha riconosciuto il diritto al rimborso delle spese legali e ammesso al risarcimento danni in separata sede non solo la moglie della vittima, ma anche l’amante. “In aula, infatti, si erano presentate entrambe- scrive il nostro giornale partner Quotidiano.net- chiedendo un indennizzo (rispettivamente di 800mila e 200mila euro) all’assicurazione dell’automobilista responsabile dell’incidente. Il 10 ottobre 2016 a Sarcedo, in provincia di Vicenza, Mirco Ronzani, 39 anni, di Lugo Vicentino, che stava attraversando la strada insieme all’amica Arianna Gottardo, venne investito da una donna al volante. Morì 18 giorni dopo per i gravi traumi riportati. Per il tragico incidente, lo scorso 16 febbraio l’automobilista ha patteggiato davanti al giudice la condanna ad un anno di reclusione, beneficiando della sospensione della pena, ma dovrà anche rimborsare le spese legali alle parti civili che si erano costituite in giudizio. Oltre alla legittima moglie del defunto, seduta accanto al proprio avvocato c’era anche l’amante, la stessa donna che era insieme alla vittima al momento dello schianto fatale”.


In questo articolo: