Muore a 37 anni nel terribile schianto sulla 554 a Monserrato, Orani piange Angelo Pinna

Il giovane, titolare di un’azienda di soccorso stradale, era a Cagliari per lavoro. Fatale uno scontro a catena con un’altra auto e un camion. Pinna lascia una compagna e un bimbo di appena 3 anni


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Una giovane vita spezzata e una famiglia distrutta. Angelo Pinna, nato il 30 marzo del 1985, residente ad Orani: è lui la vittima del terribile incidente avvenuto sulla Ss 554 a Monserrato. La notizia del decesso è già arrivata in paese e la famiglia è stata avvisata dalle forze dell’ordine. Un incidente pauroso: Pinna è rimasto incastrato a bordo di una Volkswagen Golf guidata da un’altro uomo ed è morto sul colpo. Il corpo è stato estratto a fatica dai Vigili del fuoco. All’ospedale, trasportati dalle ambulanze della onlus Lamarck, sono finiti il guidatore e un altro automobilista. Un incidente a catena, forse è stato fatale un tamponamento: due le auto coinvolte, più un fugone. Lo schianto è avvenuto nel tratto della 554 tra il semaforo per il cimitero di Monserrato e il ponte strallato intitolato ad Emanuela Loi. I carabinieri della compagnia di Quartu, insieme alla polizia Locale monserratina, hanno eseguito i rilievi per stabilire l’esatta dinamica del terribile incidente. Pinna, stando a quanto si apprende, si trovava nella zona di Cagliari per motivi di lavoro.

 

 

Lascia una compagna, Giulia, e un bambino di appena tre anni. Addolorato il sindaco di Orani, Marco Ziranu, che ha ricevuto la terribile notizia dai carabinieri: “Angelo era il titolare di un’azienda specializzata nel soccorso stradale, aveva il suo carro attrezzi personale. Aveva preso un finanziamento pubblico per iniziare quest’attività lavorativa, era da sempre appassionato di macchine da corsa. Siamo distrutti, la nostra comunità perde un ragazzo buono e un grande lavoratore. Come sindaco, e a nome di tutta l’amministrazione comunale, siamo vicini alla sua famiglia”.