Movimentazione dei bovini sardi, ora c’è il via libera del governo

Potranno essere spostati liberamente verso il resto d’Italia

 Via libera dal Ministero della Salute per la movimentazione dei capi bovini dalla Sardegna verso il resto d’Italia.

“Il Ministero – ha detto l’assessore della Sanità Luigi Arru – ha dato finalmente questo pomeriggio risposta positiva alle nostre pressanti richieste. Da oggi non ci saranno più ostacoli per il trasporto dei capi bovini sani, e rigorosamente controllati, verso il resto dello Stivale. Un risultato positivo per la Sardegna e per gli allevatori che avranno così la possibilità di riaprire questo importante canale commerciale”.  

 

Le condizioni. I bovini potranno essere esportati dagli allevamenti sardi verso il mercato italiano se vaccinati con il sierotipo1 contro la febbre catarrale (blue tongue) e dopo essere stati sottoposti al test pcr nei 7 giorni precedenti alla movimentazione.

Il Ministero pone inoltre come condizione fondamentale il nulla osta del servizio veterinario di destinazione almeno 48 ore prima della partenza. E ancora, che vi sia totale assenza di circolazione virale, anche solo sospetta – nei 30 giorni antecedenti la movimentazione – riscontrata in una azienda ubicata nel raggio di 4 chilometri. 


In questo articolo: