“Mostro di Foligno via da Capoterra”, il caso in consiglio comunale

“E’ stato leso il principio di territorialità perché c’erano residenze di sicurezza nella sua regione di provenienza”, scrive Giuseppe Fiume, “ma attualmente mi risulta che la situazione sia cambiata. “Cosa aspetta il sindaco? Perché il mostro di Foligno è ancora a Capoterra”?

“Via da Capoterra il mostro di Foligno”. Il caso arriva in consiglio comunale. Luigi Chiatti, il mostro di Foligno, reo di aver ucciso due bimbi in Umbria nei primi anni ’90 del secolo scorso, si trova nella rems (residenza per l’esecuzione di misure di sicurezza) di Capoterra, dove resterà fino al 2020. “In passato si è leso il principio di territorialità in quanto non vi erano Rems nella sua regione di provenienza”, scrive Giuseppe Fiume, consigliere comunale del gruppo di Forza Italia a Capoterra “attualmente mi risulta che la situazione sia cambiata. “Cosa aspetta il sindaco? Perché il mostro di Foligno è ancora a Capoterra”?

en.ne.


In questo articolo: