Morto Giuseppe De Donno, padre della cura del plasma iperimmune contro il Covid

Il medico è stato trovato morto nella sua casa di Mantova, aveva 54 anni. Stando ai primissimi aggiornamenti la tragedia è dovuta a un gesto estremo

Mondo della medicina sotto choc per la morte di Giuseppe De Donno, pneumologo italiano. Aveva 56 anni ed è stato trovato morto nella sua casa di Curtatone, nel Mantovano. La notizia su tutti i principali quotidiani nazionali. I primi riscontri delle Forze dell’ordine non lasciano dubbi, De Donno si è olto la vita. È il padre della cura col plasma iperimmune contro il Covid, metodologia che aveva proposto sin dai primi mesi della pandemia ma che, poi, era finita in soffitta anche per le novità legate ad litri studi e ricerche.

 

 

Dopo aver passato anni come primario della Pneumologia dell’ospedale di Mantova, era diventato medico di base a Porto Mantovano. Tantissimi i messaggi di cordoglio sui social: “Addio professor De Donno. Quando non c’era nulla, quando arrivavano i pazienti dopo settimane di ‘vigile attesa’ in gravi condizioni lui ha dato loro una speranza e una cura. Si è battuto per le terapie domiciliari e come molti altri colleghi è stato emarginato e isolato. Un eroe, ma evidentemente non per il ‘pensiero unico’”, scrive su Facebook il senatore della Lega Armando Siri.