Monumenti Aperti il 27 e 28 novembre a Cuglieri

Nello stesso fine settimana saranno aperti i monumenti a Serrenti che partecipa per la prima volta e a Monastir e Porto Torres.

La XXV edizione di Monumenti Aperti, curata e coordinata dall’associazione Imago Mundi OdV, per il suo sesto fine settimana sabato 27 e domenica 28 novembre arriva a CUGLIERI dove grazie alla volontà e l’impegno dell’amministrazione comunale e alla passione dei volontari, si potranno visitare 4 monumenti e 2 itinerari.

 

Nello stesso fine settimana saranno aperti i monumenti a Serrenti che partecipa per la prima volta e a Monastir e Porto Torres.

 

Con queste parole il Sindaco Andrea Loche spiega la convinta partecipazione, per il sesto anno, del suo comune: Cuglieri benché pesantemente ferita dal devastante e tragico incendio del 24- 25 luglio, aderisce ancora una volta alla manifestazione monumenti aperti. In questa edizione non potremmo più proporvi il meraviglioso panorama argentato della vallata degli olivi secolari ma uno scenario che invita a meditare sulla fugacità della vita, ad acquisire la consapevolezza dell’importanza di preservare la nostra storia, le nostre radici, la nostra identità. Saranno gli alunni della nostra scuola, accompagnati dai docenti, e i giovani volontari ad illustrare le bellezze del nostro paese e dei nostri piccoli tesori. Sono loro, infatti, gli eredi, i custodi, gli operai, gli scalpellini della grande cattedrale che è la nostra storia, la nostra identità, il nostro patrimonio.

 

I monumenti saranno visitabili gratuitamente, il pomeriggio di sabato dalle ore 15.30 alle ore 18.00 e la domenica dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.00

 

Questi i 4 monumenti: il Museo dell’olio Zampa espone su due piani una raccolta di macchinari e oggetti che ricostruiscono aspetti della tradizione contadina di un tempo e offrono un racconto della storia olivicola del paese; il museo Archeologico, conserva materiali archeologici provenienti dagli scavi dell’antica Cornus e dal territorio cuglieritano e si trova nel Convento dei Cappuccini celebre per aver ospitato Frate Paolo Perria, nato proprio a Cuglieri nel 1650 e morto nel 1726 in concetto di santità il 13 febbraio, giorno in cui è venerato col titolo di Servo di Dio; il Seminario Regionale del Sacro Cuore la cui struttura si ispira alle architetture romaniche medievali, e infine la Basilica della Madonna della Neve decorata all’interno con pitture realizzate nel 1983 dall’artista parmense Emilio Scherer (autore anche della decorazione pittorica nel duomo di Bosa).

 

2 itinerari prevedono una Passeggiata al parco del Seminario (sabato dalle 15.30 alle 17 e domenica dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 17) e A spasso per Il Borgo, un itinerario alla scoperta delle antiche chiese e case padronali (sabato ore 16 e domenica ore 11).

Sono previste anche altre 2 iniziative nel Teatro Ex Seminario Regionale: sabato alle 9 ci sarà un concerto del Coro polifonico etnico Eleonora d’Arborea di Oristano diretto da  Antonello Manca offerto dall’Associazione Amici della Musica “Nino Dispenza”, mentre sabato dalle 15.30 alle 18 domenica dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 18 si terrà Olfatto, gusto e vista raccontano la storia di un prodotto: l’olio extravergine d’oliva un atelier di degustazione a cura dell’Associazione Montiferru.


In questo articolo: