“Monserrato, un anno dopo le minacce agli amministratori nessun colpevole: nessuno punito per quei vili gesti”

L’ex consigliere Paolo Lai, in una campagna elettorale monserratina che comincia a scaldarsi, va all’attacco e denuncia: “Ad un anno di distanza, questi atti intimidatori compiuti da qualche mente mediocre, fanno ancora male

“Monserrato, un anno dopo le minacce agli amministratori nessun colpevole: nessuno punti per quei vili gesti”, L’ex consigliere Paolo Lai, in una campagna elettorale monserratina che comincia a scaldarsi, va all’attacco e denuncia: “Ad un anno di distanza, questi atti intimidatori compiuti da qualche mente mediocre, fanno ancora male.
Fa male il fatto che, ancora oggi, nessuno è stato punito per quei vili gesti.
Fa male il fatto che, dopo la comparsa delle minacce di morte e dello striscione, c’era qualche ex amministratore comunale che, anziché farci sentire la propria vicinanza e solidarietà, ha ben pensato di continuare a buttare benzina sul fuoco.
Questa è la Monserrato che vorrete per il futuro?
Monserrato, ha bisogno di persone che aggregano, di svelenire il clima cittadino, composto attualmente da due elementi che non hanno mai fatto parte della cultura Monserratina e parlo dell’odio e della paura. Sarà altrettanto importante, riportare il confronto ed il dibattito politico nei binari della civiltà e soprattutto, all’interno delle sedi preposte”. 


In questo articolo: