Monserrato tra i comuni sardi più ricicloni, raggiunto l’85% del tasso di raccolta differenziata

A giugno altri 100 cestini sparsi in tutto il centro abitato, 20 dei quali destinati alle deiezioni canine.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Monserrato un modello di sostenibilità e rispetto per l’ambiente, a comunicare i nuovi numeri è direttamente la ditta Gesenu che si occupa della raccolta dei rifiuti e che individua i città come virtuosi nel differenziare, dal non riciclabile, plastica, carta, vetro e umido. Una sinergia di forze tra Gesenu, Amministrazione Comunale e cittadini, insomma, che hanno permesso di raggiungere un tasso di raccolta differenziata medio dell’83% nel 2023, e dell’85% nel mese di aprile 2024. “Questi successi sottolineano l’efficacia del nuovo sistema di raccolta differenziata messo in atto, portando Monserrato ai vertici regionali. Questi risultati sono il frutto dell’impegno di tutti: i cittadini di Monserrato, sensibilizzati sulle buone pratiche di raccolta differenziata, hanno risposto positivamente al nuovo sistema” comunicano gli enti, “Gesenu e l’Amministrazione Comunale hanno svolto un lavoro prezioso di coordinamento e messo in atto le necessarie strategie per raggiungere questi obiettivi. Inoltre, l’approvazione del regolamento comunale per la tariffa puntuale rappresenta un ulteriore passo avanti per il Comune di Monserrato, in linea con la pianificazione della Regione Sardegna”. Un sistema che consentirà di misurare e contabilizzare i rifiuti prodotti dagli utenti a partire dall’anno 2024, favorendo una gestione più efficiente e sostenibile dei rifiuti.


In questo articolo: