Monserrato, le ceneri degli amici a 4 zampe accanto a quelle dei loro padroni

Una novità in città che, già da febbraio, sarà in vigore: ultimi passaggi tecnici, insomma, e le ceneri di gatti e cani potranno essere tumulate nella tomba di famiglia assieme ai loro compagni di vita che si sono occupati di loro


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Le ceneri degli amici a quattro zampe potranno riposare nella tomba assieme ai loro padroni: nuova modifica del regolamento cimiteriale che consentirà il riposo eterno anche ai membri pelosi della famiglia. Una novità in città che, già da febbraio, sarà in vigore: ultimi passaggi tecnici, insomma, e le ceneri di gatti e cani potranno essere tumulate nella tomba di famiglia assieme ai loro compagni di vita che si sono occupati di loro. Tra coccole, carezze e passeggiate con gli animali da affezione si crea un legame talmente forte che, sempre più spesso, dopo il trapasso a miglior vita, si chiede una degna sepoltura con tanto di necrologio per ricordare l’affetto dato e ricevuto. “Con la modifica del regolamento cimiteriale stiamo dando la possibilità a tutti i cittadini, che hanno una tomba, di poter mettere le ceneri del proprio animale, di poterlo tumulate insieme al proprietario, poiché vi è una sensibilità incredibile verso gli animali che sono diventati parte integrante della nostra famiglia” spiega il sindaco Tomaso Locci. “Un toccasana per il benessere spirituale,  molti medici hanno già affermato che la presenza degli animali sia fondamentale anche come antidepressivo e per chi è, magari, solo. Abbiamo così accolto le richieste inoltrate dai nostri cittadini. Questo è un qualcosa che in certe regioni è già una consuetudine e ora daremo anche noi questa possibilità”. Una sinergia di forze tra i presidenti di commissione Ignazio Tidu e Saverio De Roma che “assieme alla sensibilità dell’assessora di competenza hanno lavorato per la modifica del regolamento. Una amministrazione del fare, molto sensibile sia verso le persone che nei confronti dei nostri amici animali. Già da febbraio speriamo che sia operativa questa novità”.


In questo articolo: