Monserrato, “al Policlinico infermieri e medici parcheggiano al buio in aperta campagna”

Gli stalli dedicati a chi lavora al Policlinico? “Molti sono distanti, in aree non illuminate e senza telecamere. Il personale rischia di subire delle aggressioni, mentre i dirigenti hanno i posti auto riservati ma non ne hanno il titolo”

Parcheggi “azzurri, riservati ai dirigenti ma inutilizzati”, mentre quelli per il personale sarebbero pochi e quindi, medici e infermieri, dovrebbero lasciare l’auto “in campagna, correndo il rischio di essere aggrediti”. La denuncia arriva dal sindacato Nursing Up, a firmare una lettera di sos sono il dirigente sindacale Diego Murracino e quello dell’Aou Cagliari Massimo Pintus. L’appello è chiaro: Tutte le aree destinate ai parcheggi dei dipendenti devono avere una illuminazione notturna e un sistema di videosorveglianza per prevenire aggressioni. Durante la notte, per parcheggiare”, chi lavora al Duilio Casula “deve recarsi in zone non illuminate e isolate lontane dalla struttura ospedaliera in un contesto extra urbano di campagna”. Le richieste sono varie: necessaria una “postazione check point e un perimetro di vigilanza attiva” in una zona adatta “a controllare l’accesso”.

 

Non solo: i sindacalisti denunciano anche la situazione dei “parcheggi azzurri, riservati ad alcuni dirigenti. Una scelta discriminatoria”, quella di “concedere un diritto ad alcuni dirigenti non previsto da norme contrattuali o giuridiche”. Inoltre, quegli stalli “sono lasciati prevalentemente vuoti, impedendo così alle lavoratrici e ai lavoratori l’utilizzo delle aree più sicure in prossimità della struttura. Qualora un’infermiera in turno si permetta di parcheggiare in uno dei tanti parcheggi vuoti ma riservati, senza titolo, ai dirigenti in prossimità della struttura, si deve aspettare un procedimento disciplinare come previsto dalla circolare aziendale?” Il sindacato Nursing Up ritiene “illegittimi e assurdi gli eventuali procedimenti disciplinari contro la maggioranza dei lavoratori al fine di privilegiare impropriamente solo una determinata categoria ed è pronto a tutelare giuridicamente i lavoratori che dovessero esservi sottoposti”. Infine, la richiesta alla direzione generale dell’Aou: “Deve sospendere la circolare, in attesa di riorganizzare complessivamente le aree di parcheggio al fine di garantire a tutte le lavoratrici e lavoratori lo stesso trattamento”.