Riecco i monopattini a Cagliari, ma stavolta con le nuove regole: “Servizio in funzione già a maggio”

Gara per il servizio comunale pronta a partire. Dieci società per 4 posti. Limiti di velocità più stretti e niente parcheggio negli stalli per auto, moto e bici

Monopattini, il servizio comunale pronto a ripartire. E’ stata firmata ieri la determina del dirigente che stabilisce l’ammissibilità delle domande. Sono state ammesse 10 società su 11 partecipanti. Hanno presentato la domanda Link Your City Italia, Helbiz Italia, Freedom Mobility, Vento Mobility, Bird Rides Italy, Bitmobility, Zoom Srl, Green Motion Italia, Emtransit, Playcar e Bolt Support Services It, ma quest’ultima è stata esclusa.

Da questo momento la commissione procedere alla valutazione delle proposte per aggiudicare ai 4 operatori. “Ed entro il mese di maggio dovremmo avere il servizio operativo”, assicura l’assessore alla Mobilità Alessio Mereu.

Col nuovo bando per il noleggio gli operatori da autorizzare allo svolgimento del servizio saranno 4 e il numero totale contemporaneo dei mezzi in circolazione, da parte di tutti i soggetti autorizzati, non può superare i mille dispositivi (anche se, in particolari periodi dell’anno, e previa autorizzazione dell’amministrazione comunale, potranno essere incrementate o decrementate le postazioni di sharing in alcune aree cittadine di particolare interesse turistico e culturale).

Sarà vietato sostare nei parcheggi per auto, motocicli e nelle postazioni destinate alle biciclette, mentre la sosta dei monopattini (al termine dell’utilizzo o negli orari di fuori servizio) dovrà avvenire esclusivamente negli spazi appositamente predisposti dagli operatori ed autorizzati dall’amministrazione comunale.

Potranno circolare nelle strade urbane con limite velocità inferiore ai 50 km/h dove è consentita la circolazione delle biciclette e nelle zone 30. Il limite di velocità dei dispositivi è 25 km/h quando circolano su carreggiata e di 6 km/h quando circolano su aree pedonali e Ztl.

La circolazione, nelle strade o nei tratti di strada dove sono presenti piste ciclabili e/o ciclopedonali, dovrà avvenire esclusivamente sulle piste e c’è il divieto di circolazione sui marciapiedi o contromano.


In questo articolo: