Mondiale moto d’acqua Olbia 2018

Un mega evento sportivo che sta andando in scena direttamente nel centro città

Dopo la tappa del campionato italiano di offshore a Porto Rotondo, nel weekend Olbia da oggi ospita la tappa del mondiale di aquabike. Un mega evento sportivo che sta andando in scena direttamente nel centro città. Da venerdì a domenica il mare davanti ai moli Brin e Bosazza, con alcune partenze in programma davanti alla spiaggia di Mogadiscio, sarà trasformato in un enorme campo di gara per moto d’acqua.

“Circa 150 che catapulteranno Olbia in tutto il mondo, con le nostre immagini, le nostre eccellenze, le nostre bellezze e la nostra cultura – ha  sottolineato l’assessore al Turismo Marco Balata. L’amministrazione, guidata dal sindaco Settimo Nizzi, crede molto in questi eventi. Sarà un grande spettacolo. Ci sarà anche una tappa in notturna”. Il molo Brin e il molo Bosazza, sono stati trasformati nel quartier generale dell’aquabike con paddock, un villaggio dei motori, tribune, sale stampa e stand. Il Comune, per l’occasione, sborserà 150mila euro, mentre per all’offshore di Porto Rotondo ne sono andati 50mila, più i 15mila messi a disposizione dal Consorzio. In tutto sbarcheranno a Olbia 150 atleti di 32 nazionalità e circa 200 membri dei vari staff, che alloggeranno nelle strutture ricettive della città. La manifestazione, supportata dal Comune, è organizzata dall’H2o racing per conto della Fim, la federazione italiana motonautica oggi ha visto come ospiti i 15 atleti della Polisportiva Olimpia onlus del sulcis di cagliari e del sarrabus che accompagnati dal Vice Sindaco di Olbia Angelo Cociu hanno potuto vivere la manifestazione sin dal primo minuto.


In questo articolo: