Molentargius più vicino a Cagliari, Quartu e Quartucciu: in arrivo 12 nuovi ingressi e 3 ponti

Nel piano del parco la mappa dei nuovi varchi alla grande oasi naturalistica. Saranno realizzati anche 3 ponti ciclopedonali ecocompatibili a La Bussola, in via Is Guadazzonis e in viale Poetto.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Dodici nuovi ingressi tra a Quartucciu, Quartu e Cagliari. E tre nuovi ponti per il parco di Molentargius che si avvicina così alla città e ai comuni dell’area vasta. Il progetto è nel piano nel parco appena approvato dai vertici dell’oasi che mira a rendere più fruibile la grande area naturalistica.
Oggi il lungo perimetro dell’area del Parco di Molentargius-Saline (circa 24 Km) presenta dai varchi disordinati e poco segnalati. Altri sono nascosti da nuove costruzioni. Gli accessi distribuiti con uniformità lungo tutto il confine, oltre a facilitare la frequentazione comunque controllata, contribuiranno a dare una nuova immagine del Parco. Gli previsti accessi sono 12. Uno è previsto a Is Pontis Paris, vicino ai centri storici di Selargius e Monserrato e alla periferia di Quartucciu, un altro a Su Idanu, (legato al centro storico di Quartucciu e area urbana di Quartu), poi Santo Stefano (in prossimità del centro storico e area servizi sportivi di Quartu), Perda Longa (quartieri orientali di Quartu) e La Bussola (spiaggia del Poetto, quartieri meridionali di Quartu, aree balneari e pedonali della spiaggia di Quartu).
Gli altri a Cagliari. Boccario (vicino al Poetto e all’area in formazione tra Ex Hotel, ex Ospedale Marnino – Ippodromo), Palamontis (Quartiere dei villini del Poetto e area balneare attrezzata di Cagliari), Sant’Elia (aree diportistiche e ricettive di Marina Piccola e comparti in evoluzione delle ex Caserme di San Bartolomeo), Città del Sale (quartieri di Sant’Elia e del Sole, e direzione del Parco Città del Sale), Monte Urpinu (area urbana di Cagliari e connessione con San Saturnino, centro storico e parco del colle di Monte Urpinu), San Giuliano (quartieri orientali di Cagliari), Terramaini (parco di Terramaini e aree attrezzate), Sole e La Palma, (quartieri del Sole e di La Palma).

Tre di questi richiedono un ponte di attraversamento ciclo-pedonale (da realizzare con materiali ecocompatibili) per superare la viabilità esistente. Tra questi La Bussola (via Fiume – via Da Vinci nella vecchia strada provinciale 17bis), Sant’Elia, (viale Poetto) e Monte Urpinu (Is Guadazzonis) che saranno connessi ad una rete di percorsi ciclabili.


In questo articolo: