Misteri e la storia affascinante del Carnevale e delle maschere sarde: appuntamento domani a Cagliari

L’appuntamento, fissato per le 17:00 nell’Ostello della Gioventù a Cagliari, presso le Scalette del Sepolcro, farà il punto sulla storia del Carnevale isolano, del valore delle maschere, e delle tradizioni che si rinnovano annualmente in Sardegna dalla “notte del fuoco di Sant’Antonio”

Evento dal programma: “Dal solstizio all’equinozio – 2020” Misteri e storie. Storia, leggende, misteri e realtà del Carnevale e delle maschere in Sardegna, Venerdì 17 gennaio a Cagliari, video-proiezione di immagini e di storie affascinanti, sui carnevali della Sardegna. L’appuntamento, fissato per le 17:00 nell’Ostello della Gioventù a Cagliari, presso le Scalette del Sepolcro, farà il punto sulla storia del Carnevale isolano, del valore delle maschere, e delle tradizioni che si rinnovano annualmente in Sardegna dalla “notte del fuoco di Sant’Antonio”. Nelle 2 ore di conferenza, dalle 17.15 alle 19.30, interverranno tra i relatori, numerosi studiosi, antropologi e giornalisti: Dennis Mura, Gianfranco Carboni, Simonetta Delussu, gli scrittori Marcello Polastri e Pierluigi Serra, lo studioso Don Ignazio Boi. Si parlerà dei “Riti di solstizio e della nascita de’ S’Urtzu”, una delle più antiche maschere isolane ma anche figura a tratti mitologica; di sciamanesimo e di cosmologia nel carnevale sardo. Ma anche di magia, delle paure, delle suggestioni nel mito e nella maschera sarda. Interventi anche sulla storia della ratantina e sul carnevale cagliaritano. L’iniziativa culturale è ideata da un sodalizio associativo tra: Quadrifoglio Karalis, S’Urtzu e Sa Mamulada, Sardegna Sotterranea, Kama Event e Pixel Multimedia. Ancora più rilevante, a Seui il giorno seguente Sabato 18 gennaio, dal pomeriggio, si terrà, l’uscita della maschera che avvia il grande carnevale isolano nella notte di Sant’Antonio e dei Fuochi Sacri.

Gianfranco Carboni


In questo articolo: