Minacce per l’aumento Tari al sindaco Locci e al consigliere Tidu, denunciato 58enne di Monserrato

L’uomo, un operaio, che ha anche insultato pesantemente il primo cittadino e uno dei consiglieri della maggioranza, è finito nei guai: i carabinieri hanno già girato un rapporto dettagliato alla Procura


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

È stato denunciato a piede libero dai carabinieri della stazione di Monserrato l’uomo che ha insultato e minacciato il sindaco Tomaso Locci e uno dei consiglieri della sua maggioranza, Ignazio Tidu. “Avete aumentato la Tari”, questa l’accusa mossa ai due esponenti politici monserratini. Sarebbero volati, successivamente, insulti pesanti, diretti soprattutto a Locci. È stato lui, insieme a Tidu, a presentare una denuncia, facendo subito scattare le indagini. Il presunto autore, tra l’altro, ha raccontato l’episodio sui social, confermando il diverbio e aggiungendo altri particolari che potrebbero essere oggetto di indagine. Stando a quanto trapela, potrebbero essere visionate le immagini di alcune telecamere attive nella zona di piazza Maria Vergine, luogo dov’è avvenuto il fatto.
I carabinieri hanno girato anche un dettagliato rapporto alla Procura.


In questo articolo: