Migranti sbarcati nello stabilimento a Chia: “Rifocillati, locale già sanificato: non bisogna abbassare la guardia”

Dodici nordafricani riescono ad arrivare, col barchino, sino allo stabilimento del presidente di Confcommercio Cagliari, Alberto Bertolotti: “Gli abbiamo offerto la colazione, ci hanno detto che sono partiti dall’Algeria. Ho pubblicato la loro foto per informare dello sbarco, nessun razzismo: i mari devono essere più controllati”

Sono sbarcati sulle coste di Chia, proprio dove c’è lo stabilimento balneare Araj di Alberto Bertolotti, imprenditore e presidente della Confcommercio Cagliari. E lui, “per informare dello sbarco, nessun razzismo”, replicando ad alcuni attacchi arrivati sui social, ha pubblicato una loro foto su Facebook. “Sono arrivati alle tre di notte, li ha visti un nostro guardiano. Avevano un barchino e ci hanno detto di essere partiti dal porto di Hannaba, in Algeria. Erano in dodici, ma tre di loro si sono dileguati. Gli abbiamo offerto la colazione e dell’acqua, poi sono arrivate le Forze dell’ordine. Abbiamo già santificato tutta la zona, ma è una procedura che facciamo quotidianamente”, afferma Bertolotti. “Lo dico anche per tranquillizzare i nostri clienti, tutte le attività dello stabilimento sono riprese senza problemi”. 
Bertolotti lancia anche un appello: “Mi auguro e auspico che non si abbassi la guardia per quanto riguarda gli sbarchi via mare, anzi: la vigilanza deve continuare ad essere scrupolosa”. 

In questo articolo: