“Mia mamma invalida, Tari mai pagata a Quartu: la De Vizia le ha negato i mastelli nuovi”

La denuncia di Cinzia Pinna. La madre, anziana, vive in via Tiziano: “È sempre riuscita a non pagare la tassa sulla spazzatura grazie al suo Isee. La sua badante è andata a ritirare i bidoncini, non glieli hanno dati e pretendono di vedere il contratto di affitto e conoscere i metri quadri dell’abitazione: perchè?”

Ha settantotto anni e, dal 2003, è allettata. I mastelli per i rifiuti? Quelli vecchi, a suo tempo, li ha ottenuti. Quelli nuovi, invece, no. Un’anziana di Quartu si trova in difficoltà, da ieri è scattato il nuovo porta a porta e lei non ha i nuovi bidoncini con microchip. A denunciare il fatto è la figlia, Elena Pinna, 54 anni. Che dice di essere “furiosa” e non riesce a capacitarsi del perchè, proprio la madre, sia stata tagliata fuori dalle consegne della De Vizia: “Mamma è seguita da servizi sociali, badante e Oss. Ha varie patologie che non le consentono di camminare”, precisa la Pinna. “Non ha mai pagato la Tari grazie al suo Isee, quasi nullo. Lei ha appena una pensione di invalidità con la quale riesce a pagare l’affitto mensile. Ieri la sua badante è andata nel centro di Sa Serrixedda per ritirare i nuovi bidoni”. Ma è tornata a casa a mani vuote: “Glieli hanno negati perchè mamma non risulta nei loro elenchi. Un fantasma, ma tutto ciò è assurdo. Se fosse vero, come avrebbero potuto darle i mastelli, anni fa?”, chiede, polemica, la cinquantaquattrenne.

Che si è subito data da fare, tra telefonate ed email: “Pretendono di avere copia del contratto di locazione e conoscere anche i metri quadri dell’abitazione di mia madre. Una follia, perchè queste richieste? Mia mamma è in affitto, la casa non è sua e non è tenuta a fornire simili informazioni. Di solito, non bisognerebbe fare affidamento al proprietario dell’immobile?. Intanto, i giorni passano e mia madre resta senza i mastelli nuovi: ci manca solo che, dal 18 aprile, le facciano la multa perchè non ha i contenitori col microchip. La De Vizia deve darci i mastelli, l’igiene pubblica viene prima di tutto, soprattutto durante una pandemia: il mio numero è +393932004658”.


In questo articolo: