I medici del Marino salvano un 15enne dall’amputazione: “E vorreste smantellare l’ospedale?”

“Ecco perché il Marino deve stare com’è e dov’è: questa è l’ennesima dimostrazione”, altro che addio all’ospedale del Poetto. Si riaccende la polemica dopo la straordinaria operazione chirurgica con la la quale l’equipe del dottor Cara ha salvato il braccio del 15enne ferito a Castiadas, con un’amputazione scongiurata in extremis

“Ecco perché il Marino deve stare com’è e dov’è: questa è l’ennesima dimostrazione”, altro che addio all’ospedale del Poetto. Si riaccende la polemica dopo la straordinaria operazione chirurgica con la la quale l’equipe del dottor Cara ha salvato il braccio del 15enne ferito a Castiadas, con un’amputazione scongiurata in extremis. A protestare è il centrodestra col consigliere regionale Edoardo Tocco, che a gran voce chiede ancora alla Regione di ripensarci e di non chiudere il Marino. “Non va chiuso ma preservato e potenziato”, a sostenerlo anche tanti pazienti. Ma la riforma della Regione parla chiaro: il Marino resterà soltanto come “struttura riabilitativa”. “Continuerò a fare il possibile affinché la sanità sia al servizio di tutti…..per tutti……non per occupare poltroncine……..ma letti per salvare vite umane”, assicura Edoardo Tocco di Fi.