Medau: “Pula, in arrivo il Puc”. Cabasino: siete vicini ai potenti

Scontro su Fb sul nuovo piano urbanistico di Pula. Il sindaco Medau annuncia: tra due settimane presenteremo il Puc in consiglio. Cabasino replica: siete troppo vicini ai potenti, ad esempio a Is Molas

Scontro al veleno sul nuovo Puc di Pula: a colpi di post su Fb si fronteggiano l’attuale sindaco, Carla Medau, e il suo predecessore Walter Cabasino. Cabasino negli ultimi giorni ha più volte bacchettato l’attuale giunta sui ritardi del Puc, sottolineando il rischio che arrivi un commissario ad acta. Oggi Carla Medau ha però rassicurato i cittadini annunciando che tra due settimane il nuovo piano urbanistico sarà in aula: “Vi assicuro che le cose non sono certo come l ex sindaco cerca di far passare. Non mi preoccupo da dove derivi questa pressante preoccupazione che evidentemente gli toglie il sonno ma di certo non siamo stati con le mani in mano ed infatti dopo mesi e mesi di lavoro andremo fra circa due settimane, in consiglio comunale a presentare il Puc”.

A stretto giro di posta è arrivata la replica di Cabasino, che accusa la nuova amministrazione di essere troppo vicina ai potenti, su tutti Is Molas: “ Signor Sindaco stia tranquilla, dormo sonni tranquilli, dal 25 maggio 2014 vivo serenamente dividendo il tempo tra famiglia, lavoro e relax. La mia unica preoccupazione è che il PUC vada a buon fine per i noti motivi che non sto a ripetere. Per quanto riguarda al lavoro svolto in questi 15 mesi, non essendo stati pubblicati atti pubblici da parte del Comune, purtroppo, mi devo attenere ai documenti. Oltre all’incarico dato al legale all’inizio dell’anno, a me risulta solo la determina d’incarico n. 642 del 16/07/2015 agli architetti Girau e Cavallucci con oggetto”introduzione di alcune modifiche al PUC…….., e la diffida della Regione arrivata in Comune è riconducibile all’inerzia dell’Amministrazione dopo l’invio di numerosi solleciti, purtroppo, rimasti inevasi. Poi ci sono altri particolari che al mio modesto parere potrebbero vanificare l’impegno. Per l’introduzione di queste modifiche, ad oggi si è attivato un tavolo di coopianificazione con l’Assessorato all’Urbanistica? Anche se importanti, non penso bastino le visite in Provincia. Non ricordo bene se nel post c’è un riferimento a lobby o a potentati economici, tutti aspetti e condizioni che non mi appartengono. Anche in questo caso faccio alcune precisazioni ; ha avuto più a che fare Lei in un anno con i potenti che la mia Amministrazione in 10 anni: vedasi l’Is Molas a cui Lei ha negoziato il riconvenzionamento è la rimodulazione degli oneri e, ugualmente, il Piano Casa del Forte Village a cui Lei ha concesso la dilazione degli oneri di urbanizzazione. Per quanto riguarda, invece, nel dare le colpe di tutto alla precedente Amministrazione, potrei riempire pagine intere di Suoi interventi, anche se, dopo 15 mesi, capisco che questo atteggiamento non potrà reggere a lungo.
Comunque, Signor Sindaco, al di là delle nostre divergenze, mi creda, mai come oggi sono vicino a Lei, nel voler perseguire l’obiettivo, di voler dotare il nostro territorio del PUC. Pur con le modifiche che considero legittime per una nuova Amministrazione e riservandomi di condividerle una volta conosciute, Le auguro e mi auguro che gli accorgimenti adottati siano proporzionali alla posta da raggiungere”. (foto Renato Scano)


In questo articolo: