Mauro, “custode solitario” della spiaggia rosa di Budelli finisce sulla Cnn

Il 79enne eremita affascina milioni di americani. “Ogni giorno, da 29 anni, Mauro Morandi si sveglia illuminato dall’alba dorata del Mediterraneo”. Un eremita ai tempi dei social ma presente su Facebook e Instagram

Finisce fin negli Stati Uniti la storia di Mauro Morandi, da trent’anni custode “casuale ma non troppo” della spiaggia rosa dell’isola di Budelli, nell’arcipelago di La Maddalena, “profondo” nord della Sardegna. Il caso dell’eremita di Modena – finito in uno dei tanti paradisi terrestri a causa di un guasto al suo catamarano durante un viaggio che sarebbe dovuto concludersi in Polinesia – supera l’oceano Atlantico e arriva nelle case di milioni di americani, da New York a Austin, da Washington a Richmond. Tutto grazie alla Cnn, che si è interessata, proprio nel primo vero giorno di primavera (almeno stando al calendario) della vita di un uomo che vive immerso nella natura incontaminata di un “piccolo gioiello” sardo.
“Morandi condivide le fotografie del sole che sorge e tramonta, la marea che lambisce la sabbia, i cieli tempestosi e i microrganismi rosa che danno il nome a la spiaggia rosa”, così nel reportage della Cnn, che fa di Morandi quasi una star: “Grazie alla sua maggiore esposizione, Morandi è diventata una vera attrazione per i visitatori quanto le spiagge”. Sì, perchè il solitario 79enne è solito fare fotografie, che poi finiscono su Google Maps: “Penso che le mie foto siano state viste finora da quasi 600mila persone. In estate, le giornate sono dedicate esclusivamente alla comunicazione con i turisti, che ora vengono più di ogni altra cosa per incontrare il” pazzo “che vive da solo su un’isola”, dice. Nei mesi invernali Morandi trascorre enormi periodi di tempo da solo. “Non ho mai sentito la solitudine, perché sto bene da solo”.


In questo articolo: