Massimo Zedda a Radio CASTEDDU: “Truzzu non ci rispetta, come le talpe vogliono solo scavare nuovi tunnel”

“Vogliono solo scavare, sotto Castello e ora vogliono un tunnel sottomarino da 200 milioni di euro, ma con quei soldi si possono fare tante opere. L’Europa non glieli darà e non lo vedremo mai. Per le opere oltre i 15 milioni ci vogliono 8 anni. Del tunnel se ne riparlerà nel 2200”

Attacchi alla giunta regionale e al sindaco Paolo Truzzu. Così il consigliere regionale dei Progressisti Massimo Zedda intervistato da Radio Casteddu. L’ex sindaco ha parlto dell’avviso di garanzia a Solinas. “Noi avevamo sollevato il caso sull’assenza di titoli sulle nomine ma ci auguriamo che tutto venga spiegato”, ha dichiarato, “il tema importante è la gestione della Regione. Non sono rispettate le priorità sull’esigenze della Sardegna ci sono leggi che vanno nella direzione opposta, dice che le priorità sono l’intervento su coste e la devastazione dei centro storico, l’aumento delle poltrone e la legge che moltiplica i portaborse degli assessorati.

Il mondo si preparava alla seconda ondata, ma qui è stato dichiarato che non ci si aspettava la seconda ondata. Non è stata potenziata la sanità, e non è stato fatto nulla da marzo a oggi e solo recentemente è stato presentato il programma per correre ai ripari. Le discoteche? Sono mancati i controlli”.

Zedda ha anche attaccato il suo successore il sindaco Paolo Truzzu: “Non ha stile”, ha attaccato Zedda, “non ha avuto stile nel passaggio di consegne. E’ l’unico caso nella storia della città.  L’unica cosa che ci trattano come talpe, vogliono solo scavare, sotto Castello e ora vogliono un tunnel sottomarino da 200 milioni di euro, ma con quei soldi si possono fare tante opere. L’Europa non glieli darà e non lo vedremo mai. Per le opere oltre i 15 milioni ci vogliono 8 anni. Del tunnel se ne riparlerà nel 2200”.


In questo articolo: