Maschere, giochi e crepes: a Cagliari il Carnevale slavo colora la Marina

Domenica 18 febbraio “Maslenitsa”, Carnevale itinerante per le vie del rione portuale cagliaritano. Musiche e canti slavi, giochi a premi, gustosissimi “bliny” e l’elezione della migliore maschera. LEGGETE il programma completo

Domenica 18 febbraio “Maslenitsa”, il Carnevale slavo per le vie della Marina. Tradizioni che si incontrano nel segno della conoscenza reciproca, la comunità immigrata proveniente dai paesi dell’Europa orientale, condividerà con città di Cagliari l’antica tradizione chiamata “Maslenitsa”. L’iniziativa si tiene nell’ambito del progetto “Rete per l’interazione culturale e la conoscenza” dell’associazione “Cittadini del mondo Onlus”–biblioteca “Rodnoe Slovo” – Centro di lingua russa e cultura slava di Cagliari. Con il contributo della Fondazione di Sardegna, e il patrocinio del Consolato onorario Repubblica Belarus in Cagliari. La location sarà il quartiere della Marina, dove, nell’oratorio di Sant’Eulalia, da ormai tanti anni ha la sua sede il centro di aggregazione e biblioteca “Rodnoe Slovo”, punto di riferimento per la comunità immigrata e per gli amanti della cultura slava.

Nei paesi di tradizione ortodossa, non vi si celebra il vero e proprio “Carnevale”, al quale, però corrisponde la festa di “Maslenitsa”, legata al digiuno ecclesiastico nella Chiesa ortodossa, corrispondente in parte a quello cattolico. “Maslenitsa” è un’antica festa slava molto sentita in Ucraina, Bielorussia e Russia, con musica, canti, balli, giochi e maschere. “Maslenitsa”, simboleggia la fine dell’inverno e l’inizio della quaresima prima della Pasqua cristiano ortodossa. Dura una intera settimana, l’ultimo giorno, la domenica è anche detto, il giorno del perdono, in cui è tradizione chiedere l’un l’altro perdono per le offese inferte, si fa pace e ci si abbraccia, prima di iniziare la Quaresima. I “bliny”, una sorta di “crepes” dai vari gusti, rappresentano il sole, e sono il simbolo della festa.

Domenica 18 febbraio il raduno è previsto alle 15 in  piazza San Sepolcro per la festa itinerante per le vie del quartiere Marina a Cagliari, “i bambini e gli adulti in maschera saranno i benvenuti”. La “Maslenitsa” cagliaritana comprenderà: Musica e canti del carnevale slavo con gli artisti Vladimir Hinko (fisarmonica), Zhanna Gunina (Salterio) solisti del complesso emerito di Stato della Bielorussia “Khoroshky”, splendidi musicisti professionisti che accompagneranno la festa itinerante, giochi a premi ed indovinelli, face painting (trucchi del viso) per i bambini, distribuzione dei “bliny” e premi per le migliori maschere. La manifestazione termina alle 17, in caso di maltempo gli artisti si esibiranno presso il teatro di Sant’Eulalia, ingresso libero sino ad esaurimento posti. “Si ringraziano, inoltre per la collaborazione, i laboratori artistici del progetto “Noi-Insieme” LR 46/90 Progetti Innovativi Immigrazione dell’assessorato regionale del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale”.


In questo articolo: