Marina, in via Napoli spuntano due fucili e scritte contro la polizia

I fucili si trovavano dentro un appartamento abbandonato da tempo

La Digos della Questura di Cagliari ha sequestrato due fucili, rinvenuti all’interno di uno stabile abbandonato ubicato nel quartiere Marina di proprietà dell’Arciconfraternita” S.S. Vergine d’Itria”.
Sono stati gli stessi appartenenti all’Arciconfraternita ad allertare le Forze di Polizia dopo essersi accorti che la serratura dell’appartamento al civico 47 di via Napoli, da tempo abbandonato, e che la proprietà aveva deciso di ristrutturare, era stata cambiata da ignoti.
All’interno dell’appartamento sono stati rinvenuti i fucili, uno calibro dodici ed uno ad aria compressa, entrambi con la matricola abrasa, nonché attrezzatura chiaramente atta al confezionamento di sostanze stupefacenti.
Sui muri dell’immobile, in pessime condizioni strutturali, erano state tracciate le scritte “ ACAB”, acronimo di All Cops Are Bastard, “LIBERI TUTTI”, “FUORI TUTTI”, SBIRRO INFAME”.
Gli accertamenti condotti sulle armi dagli specialisti della Polizia Scientifica le collocano tra quelle provento di furto, insieme ad altre, avvenuto lo scorso anno in un’abitazione privata nella provincia di Cagliari.
Sono tuttora in corso accertamenti per risalire a coloro che hanno occupato l’appartamento, trasformandolo in luogo di ricettazione e spaccio.


In questo articolo: