Marco, studente 21enne multato per avere violato il coprifuoco: sanzione annullata perchè incostituzionale, sarà rimborsato

La storia raccontata dal nostro giornale partner Quotidiano Nazionale: ora la Prefettura dovrà persino rimborsarlo.”Misura incostituzionale, così si limitano le libertà personali”, afferma il giudice di pace. Stava rientrando da casa della fidanzata

Marco, studente 21enne multato per avere violato il coprifuoco: sanzione annullata perchè incostituzionale, sarà rimborsato. La storia raccontata dal nostro giornale partner Quotidiano Nazionale: ora la Prefettura dovrà persino rimborsarlo.”Misura incostituzionale, così si limitano le libertà personali”, afferma il giudice di pace. La vicenda è avvenuta a Macerata.

“Ho difeso il mio amico ai sensi dell’articolo 317 del codice di procedura civile, il quale permette a un soggetto sanzionato di farsi rappresentare da una persona di fiducia, che può anche non essere avvocato, nelle cause per multe di entità inferiore a 1.100 euro. Ho fondato il ricorso – spiega Dialuce – sull’incostituzionalità del coprifuoco, trattandosi di una misura restrittiva della libertà personale. Nel nostro ordinamento giuridico, l’obbligo di permanenza domiciliare è una sanzione di tipo penale e solo il giudice con atto motivato può disporla. Pertanto, è incostituzionale disporre un coprifuoco attraverso un decreto del presidente del consiglio dei ministri, che è un atto amministrativo gerarchicamente inferiore alla legge, e lo sarebbe anche se fosse disposto con un atto avente forza di legge”, racconta il suo avvocato sul Resto del Carlino.


In questo articolo: