Marciapiedi disastrati, pioggia di segnalazioni alla nuova task force

Dopo la nostra segnalazione in via Tommaseo è tempestivamente intervenuta la società “Cagliari gestione strade”, raggruppamento di imprese della Penisola che ha vinto la gara pubblica da 11 milioni e mezzo bandita dal Comune. Tutto molto bello per i cagliaritani. Ma quando riusciranno le imprese sarde a competere per gli appalti pubblici banditi in Sardegna?

di Alessandro Zorco

Dopo la segnalazione di Casteddu Online il marciapiede di via Tommaseo davanti al civico 3, in cui le mattonelle erano saltate da alcuni mesi, è stato tempestivamente messo in sicurezza con una lastra metallica per impedirà ai passanti di inciampare. L’intervento tampone è stato effettuato nei giorni scorsi dagli operai di “Cagliari Gestione Strade”, la società che dalla fine di novembre dello scorso anno ha il compito della manutenzione delle strade e dei marciapiedi cittadini. Oggi è intervenuta poi una squadra di Abbanoa che ha ripristinato il marciapiede visto che il problema era stato determinato dal cedimento di un tombino delle fogne. Un intervento coordinato dal Comune di Cagliari che ha consentito di porre fine in pochi giorni ad una situazione di pericolo che durava da tempo.

Ogni giorno al numero verde al quale i cittadini cagliaritani possono segnalare le anomalie di strade e marciapiedi e le situazioni di pericolo per l’incolumità dei passanti arrivano non meno di dieci-quindici segnalazioni che vengono poi girate anche all’amministrazione comunale. Altre segnalazioni arrivano poi anche dalla Polizia Municipale con cui la Cagliari Gestione Strade sta già lavorando a stretto contatto.

L’amministrazione comunale guidata da Massimo Zedda ha deciso dunque di affrontare di petto l’atavico problema delle strade cagliaritane, dissestate per i motivi più disparati: vuoi per i lavori per la sistemazione dei sotto-servizi che si sono susseguiti nel corso degli anni senza molta logica, vuoi per la particolare conformazione geomorfologica del sottosuolo cagliaritano dove le voragini sono all’ordine del giorno.

Per questo è stata bandita una sostanziosa gara pubblica del valore di 11.425.000 euro per un triennio che, come detto, è stata vinta dalla società Cagliari Gestione Strade, costituita dal raggruppamento temporaneo di imprese formato da CNS Consorzio Nazionale Servizi (Bologna), Coop. Costruzioni (Bologna) e AVR S.p.A (Roma). Tre grosse imprese del settore di cui nessuna è purtroppo sarda perché le aziende isolane sono piccole e non riescono ad organizzarsi e fare rete per competere con i colossi della Penisola per l’aggiudicazione degli appalti pubblici banditi in Sardegna.

Cagliari Gestione Strade, ancora in fase organizzativa, sta effettuando una prima fase di monitoraggio delle strade e dei marciapiedi cagliaritani per valutare gli interventi prioritari e sta già intervenendo grazie alle segnalazioni dei cittadini che telefonano al numero verde attivo 24 ore su 24.

A regime, ci hanno fatto sapere, l’organico della società sarà di 25 dipendenti tra impiegati e operai assunti e in corso di assunzione, “di cui almeno 20 saranno costituiti da personale locale, 4 dei quali ex dipendenti della società Multiservizi”.

Il centro operativo della società è nel cantiere di via Santa Gilla che ospita il parco automezzi e dove tra qualche mese saranno trasferiti anche gli uffici della società.

Per eventuali segnalazioni il numero verde del servizio Cagliari Gestione Strade del Comune di Cagliari, attivo 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno è: 800 116 444.

Tutto molto bello per i cagliaritani che potranno finalmente usufruire di un servizio di pronto intervento per la manutenzione delle strade cittadine. Ma, vista la crisi occupazionale nella nostra isola, sarà ancora più bello quando anche le aziende sarde riusciranno ad attrezzarsi per competere con i grandi colossi della Penisola per l’aggiudicazione di gare sostanziose come quella bandita dal Comune di Cagliari.


In questo articolo: