L’sos di una mamma di Decimomannu: “Operazione al cuore a Torino e troppe spese, aiutatemi”

È il passo decisivo, per Eleonora Cambarau. Un delicatissimo intervento può salvarle la vita: “Ho una malformazione da quando sono nata, devono cambiarmi la valvola aortica. In Sardegna non è possibile. Voglio vedere crescere i miei 3 figli, mi servono duemila euro”

Dal 2005 convive con un grosso problema al cuore, Eleonora Cambarau, 39enne di Decimomannu, “casalinga per forza, visto che a causa della malformazione che ho non ho mai potuto davvero lavorare, mi arrangio facendo qualche vendita online” e mamma di tre bambini di 7, 9 e tredici anni. La speranza di poter continuare a vivere un’esistenza abbastanza serena ha una data e un luogo: “Diciassette giugno, ospedale Molinette di Torino”. È lì che dovrà subire un delicato intervento: “Sono già stata operata nel 2005 per la plastica della valvola aortica. Il 17 giugno devo affrontare la sostituzione della valvola aortica che ora è calcificata”, racconta la donna. Sarò operata lì perché in Sardegna non viene fatto questo tipo di intervento a causa della mancanza di un reparto specializzato”. Dovrà essere in reparto due giorni prima, il quindici giugno.
“La degenza durerà 20 giorni. Avrò bisogno di assistenza e dovrò partire con un accompagantore, si tratta di una mia amica che in passato ha studiato a Torino. Sono mamma di 3 bambini, quindi le spese da affrontare sono pesanti e più alte del previsto tra viaggio, alloggio e spesa. Voglio continuare a vivere con loro e poterli vedere crescere”, confida, preoccupata, Eleonora. “Ho aperto una raccolta fondi perché solo l’affitto della casa, a Torino, costa più di mille euro, più altre centinaia di euro per i biglietti dell’aereo. L’intervento non è solo fisicamente impegnativo ma anche psicologicamente, insieme al pensiero di lasciare in sardegna i miei 3 bambini e mio marito per quasi un mese”. Chiunque voglia donare qualcosa può farlo al seguente link: https://gofund.me/0c8b04f5.


In questo articolo: