Maltempo in arrivo sulla Sardegna, a metà maggio temporali e addirittura la neve

Acquazzoni soprattutto nel nord-ovest dell’Isola e candidi fiocchi pronti a cadere oltre i mille metri, maggio “pazzo” per colpa di una struttura ciclonica presente nel Mediterraneo. In arrivo ore di pieno autunno, spazio anche ai fulmini: ecco le ultimissime previsioni degli esperti di Meteo Sardegna. GUARDATE il VIDEO con la neve in “viaggio” verso l’Isola

È un maggio decisamente freddo. L’analisi delle temperature relative alla prima metà del mese confermano anomalie negative diffuse, anche sulla nostra regione. Freddo che negli ultimi giorni è stato provocato da un vortice di bassa pressione proveniente da est e che in questo momento sta ricevendo l’apporto di un nuovo nucleo di provenienza settentrionale. La rivitalizzazione dell’ampia struttura ciclonica presente nel Mediterraneo sta avvenendo proprio su di noi, tant’è che stiamo assistendo al previsto peggioramento. Stante le ultimissime proiezioni modellistiche, quelle ad alta risoluzione, la fenomenologia dovrebbe concentrarsi maggiormente sui settori centro settentrionali, lato orientale. Qui sta già piovendo e tra non molto ci saranno dei temporali. Attenzione, perché potrebbe trattarsi di temporali veramente intensi, accompagnati da grandinate e colpi di vento. A livello termico possiamo dirvi che lo zero è posizionato attorno ai 1400-1600 metri, ciò significa che potrebbe nevicare oltre 1000-1200 metri. Questi gli ultimi aggiornamenti degli esperti di Meteo Sardegna.

Giovedì e venerdì ci aspettiamo un miglioramento, miglioramento che sarà più che altro un intervallo tra una perturbazione e la successiva. Difatti nel fine settimana la situazione cambierà ancora, proponendoci stavolta una perturbazione atlantica anch’essa destinata a ringalluzzire l’area ciclonica persistente. Le prime piogge potrebbero affacciarsi già sabato, ma domenica potrebbe verificarsi un vero e proprio peggioramento con ancora piogge intense a carattere di rovescio o temporale. Ma stavolta con meno freddo perché la ventilazione si orienterà dai quadranti occidentali. Intanto, in Corsica la neve è già arrivata, come è possibile vedere nel video pubblicato dal nostro partner L’Eco di Barbagia.

 


In questo articolo: