Malore fatale, muore a 54 anni l’avvocato cagliaritano Massimo Madau: “Ha fatto tanto per Samatzai”

Se n’è andato in un letto del Brotzu uno dei legali più noti in città. Qualche giorno fa un malessere e un rapido peggioramento. Lascia la moglie Laura, anche lei legale, e i figli Roberto e Cecilia. Il sindaco di Samatzai Enrico Cocco: “Da consigliere comunale ha contribuito a far crescere il nostro paese. Sono addolorato, ci conoscevamo sin da bambini: piangiamo una morte improvvisa”

Se n’è andato ieri in un letto dell’ospedale Brotzu, dov’era stato ricoverato dopo un malore che l’aveva colpito qualche giorno fa e che, purtroppo, è rapidamente peggiorato. Massimo Madau, 54 anni, tra gli avvocati più noti a Cagliari, non c’è più. Ex consigliere comunale di Samatzai, legale molto conosciuto non solo nel capoluogo sardo, lascia la moglie Laura Fagioli, con la quale ha condiviso oltre alla vita anche la stessa professione, i figli Roberto e Cecilia e la cognata Alessandra. Il funerale si è celebrato nel pomeriggio, Madau riposa già al cimitero di San Michele. Nell’ultimo periodo non stava bene, ma chi lo conosce spiega che la sua morte è stata quasi come un fulmine a ciel sereno. Appassionato della storia della Sardegna e dell’ambientalismo, si era candidato in una lista civica alle ultime elezioni comunali di Samatzai, ed era stato eletto. Ha ricoperto il ruolo di consigliere nel 2019 e nel 2020, prima di lasciare per motivi personali, legati più che altro alla distanza tra la sua sede lavorativa e quella politica.
Il sindaco Enrico Cocco è distrutto dal dolore: “Sembra essersi trattato di un peggioramento improvviso, l’avevo sentito due settimane fa e non mi aveva accennato di problemi di salute, stava già organizzando una manifestazione nella sua abitazione, legata alla valorizzazione del nostro territorio, che rientra tra le Città della terra cruda. Ha fatto tanto per la nostra comunità, era ancora giovane e ci lascia un vuoto immenso. Conoscevo Massimo sin da quando eravamo piccoli. Le nostre case erano quasi attaccate, abbiamo giocato insieme e siamo diventati, col tempo, grandi amici. Oggi piangiamo la morte improvvisa di una persona splendida”.


In questo articolo: