Maladroxia, beccato a gettare i rifiuti di casa nell’isola ecologica della spiaggia: multato

Un villeggiante, anziché conferire i rifiuti prodotti nella propria abitazione secondo il calendario del porta a porta, poco prima della mezzanotte li ha posizionati nell’isola ecologica ed è stato sorpreso dai vigili urbani. Il Consigliere Comunale con delega all’Ambiente Pasquale Renna: “A fare i furbi si resta fessi. Non è la prima volta che interveniamo al fine di tutelare Maladroxia, la Bandiera Blu e tutto il territorio del Comune di Sant’Antioco con mirate azioni di vigilanza ambientale. Le isole ecologiche possono essere utilizzate esclusivamente per conferire i piccoli rifiuti risultato della permanenza in spiaggia”

Operazione di vigilanza ambientale nella località balneare di Maladroxia, insignita del prestigioso riconoscimento Bandiera Blu 2019. Ieri notte, allo scopo di contrastare il fenomeno di utilizzo improprio delle isole ecologiche posizionate lungo l’arenile (tre lungo tutta la spiaggia), la Polizia Municipale (presente anche il Consigliere Comunale con delega all’Ambiente Pasquale Renna) ha eseguito un’operazione di vigilanza, culminata con la sanzione a carico di un villeggiante che, anziché conferire i rifiuti prodotti nella propria abitazione secondo il calendario del porta a porta, poco prima della mezzanotte li ha posizionati nell’isola ecologica. Un comportamento naturalmente sanzionabile, che ha fatto scattare l’intervento dei Vigili Urbani.

«L’avevamo detto – commenta il Consigliere Comunale con delega all’Ambiente Pasquale Renna – a fare i furbi si resta fessi. Non è la prima volta che interveniamo al fine di tutelare Maladroxia, la Bandiera Blu e tutto il territorio del Comune di Sant’Antioco con mirate azioni di vigilanza ambientale. Le isole ecologiche, lo precisiamo, possono essere utilizzate esclusivamente per conferire i piccoli rifiuti risultato della permanenza in spiaggia. Ciò che viene invece prodotto nella propria casa, invece, deve essere differenziato e conferito secondo il calendario del ritiro porta a porta. A questo si aggiunge anche la possibilità di usufruire dell’Ecocentro comunale che, in alta stagione, è peraltro aperto  tutti i giorni. Queste regole valgono per tutti coloro che risiedono in paese e nelle località balneari, sia stabilmente, sia per un breve o lungo periodo di vacanza. Non è possibile, insomma, agire indisturbati nel cuore della notte e abbandonare il proprio sacchetto di immondizia nell’isola ecologica. È un comportamento irrispettoso, che non siamo disposti a tollerare. Non è la prima e non  sarà l’ultima azione di vigilanza ambientale: auspichiamo maggiore rispetto da parte di tutti, a tutela del decoro e dell’ambiente».